Peperoncini ripieni, tonno e acciughe


Peperoncini da mettere sott'olio


Ciao a tutti cari lettori,
da quant'è che non pubblicavo una ricetta?
Troppo!
Ma mi farò perdonare.
In questo periodo ho messo un po' di carne al fuoco, per i miei progetti futuri.
Ho iniziato finalmente a seguire la mia vocazione (ma forse non dono) per lo scrivere. Mi sono iscritto ad un corso di copy writing, cioè l'arte di scrivere pubblicità o comunque per la comunicazione in genere.
Spero che acquisire queste nuove nozioni mi aprirà delle finestre di opportunità (ormai le porte sono fuori moda ahaha).
In qualsiasi caso, vada come vada, questo corso mi sta piacendo tantissimo. Il mio professore è veramente un mito ma soprattutto preparatissimo e questo mi riempie di gioia.

Vi lascio una ricetta che ho sperimentato da poco, è un classico che ho sempre consumato a kg, ma non me li sono mai preparati da me; i peperoncini ripieni.
Ci sono mille varianti, ma questa che vi do, forse, è la più comune.
Non spaventatevi dei passaggi, sono semplici e veloci. Li ho voluti scandire bene per essere preciso, ma la difficoltà di preparazione è minima =)

LA RICETTA DI MARCO

Ingredienti


  • 1/2 kg di peperoncini tondi
  • 3 scatolette di tonno
  • 6 filetti di acciughe dissalate
  • 5 capperi
  • 10 foglie di prezzemolo
  • olio di girasole Q.B
  • Olive verdi denocciolate Q.B
  • 1 bicchiere di aceto di vino
  • 1 cucchiaio di sale grosso

Preparazione

Munirsi di guanti di lattice!
Su questo non transigo, questo lavoro deve essere fatto con accuratezza e le dovute precauzioni.
La capsaicina, il principio attivo dei peperoncini, è difficile da lavare via, anche con il sapone, quindi meglio evitare di maneggiare i nostri peperoncini a mani nude. Il rischio è quello di irritarsi il naso e la bocca con gesti di quotidiana abitudine e recarvi dei danni o danni agli altri.
Non vi preoccupate non è nulla di grave però, come quando si frigge, è giusto avere delle piccole accortezze in cucina =)


  1. Prendete i peperoncini, con i guanti, e tagliate tutta la parte del picciolo come a creare un cappellino.
    Con un coltello preferibilmente non a punta, svuotate il ripieno del peperoncino, eliminando in questo modo la polpa inutile e i vari semi.
    Fatelo per tutti i peperoncini che avete, buttando il ripieno e il "capello" del peperoncino che non ci serviranno.
    Questa è la fase più lunga poiché bisognerà fare attenzione a non bucare il peperoncino dato che ci servirà come "contenitore".
  2. In un mixer mettete il tonno sgocciolato, le acciughe, il prezzemolo tagliuzzato e i capperi.
    A massima velocità per un minuto, così da creare una pasta.
    Lasciamola riposare così da far sposare i vari gusti.
  3. Mettiamo sul fuoco una padella con due litri di acqua, il bicchiere di aceto e un cucchiaio di sale grosso.
    Portiamo ad ebollizione.
    Tuffiamo al suo interno i peperoncini puliti e abbassiamo al minimo la fiamma. Facciamo cuocere 2 minuti.
  4. Scoliamo i peperoncini con una schiumarola e adagiamo con il buco verso il basso in un tagliere foderato di un panno pulito. Copriamo con della carta assorbente e lasciamo raffreddare 2/3 ore.
  5. Una volta passato il tempo, con l'aiuto dei guanti e di un cucchiaino, possiamo farcire quasi fino all'orlo i nostri peperoncini con la pasta di tonno. Decoriamo con un oliva divisa in due.

Si possono mangiare subito, conditi con un filo di olio di oliva. Oppure imbarattolarli per metterli sott'olio di semi e conservarli.
Non vi spiego il procedimento perché ognuno ha il suo metodo "della nonna" =)
Se invece, ne avete fatti tanti ma non da "conserva", semplicemente li mettete in un contenitore a chiusura ermetica e li sommergete completamente di olio, in frigo durano anche una settimana.


2 commenti:

  1. ciao! ottimi questi peperoncini! in bocca al lupo per il corso, ciao Andrea

    RispondiElimina