Ravioli salati al cacao con mascarpone, grana e amaretto


Ravioli salati al cioccolato

Si avvicina il giorno di San Valentino. Giorno degli innamorati, giorno dedicato all'affetto, giorno in cui un po' come a Natale bisognerebbe essere più buoni e aperti di cuore.
Molti lo odiano. Molti lo amano.
Ancora non si è deciso se bisogna viverlo come un memo per dedicarsi alla tenerezza oppure viverlo come una festa commerciale dove la società ti porta a giustificare un esborso di denaro per cioccolata, fiori, ristoranti...

Ho pensato di proporvi un menù sfizioso, particolare, tendenzialmente romantico ma anche no.
Diciamo che se uno vuole ma non può oppure può ma non vuole, pensando di cenare a casa e organizzarsi un dopocena a tema dovrebbe riuscire a trovare una mediazione soddisfacente.
Il menù è a tema cioccolata, che dicono sia afrodisiaca. In più le proposte che vi do sono un po' diverse dal consueto, quindi almeno potete puntare sull'effetto sorpresa! =)

LA RICETTA DI MARCO

Ingredienti per 2 persone

  • 80 gr di farina 00
  • 20 gr di cacao amaro
  • 50 gr di mascarpone
  • 2 cucchiai di parmigiano grattato
  • 2 amaretti secchi
  • 1 cucchiaio di burro
  • 1 uovo e un tuorlo (rosso)
  • sale, pepe nero Q.B.

Preparazione

  1. Prepara l'impasto. Se hai un tagliere di legno o un ripiano di marmo puoi farlo a mano. Oppure si può mettere la farina, il cacao e le uova nel mixer e poi finire di lavorarlo a mano sul piano finché diventa liscio.
    Deve riposare coperto da pellicola per almeno 30 minuti.
  2. Mentre riposa in una ciotola amalgama, lavorando con un cucchiaio, il mascarpone metà del parmigiano, sale, pepe e un amaretto secco sbriciolato.
  3. Dividi l'impasto in due e stendilo con un mattarello, creando due sfoglie. Sottili come un centesimo.
  4. Con un bicchiere ricava 6 cerchi in totale. Ora puoi mettere una bella noce di ripieno al mascarpone in centro a 3 dei dischi e coprirli con gli altri 3. Chiudili facendo uscire più aria possibile dal ripieno e poi sigilla le due sfoglie con una forchetta.
    Se noti che il raviolo ha molto cornicione, ritaglialo a tuo gusto. Io preferisco avere poca pasta poiché facendo unire le due sfoglie rimarrà inevitabilmente più al dente quella parte.
  5. Metti a bollire abbondante acqua salata e quando bolle butta dentro i ravioli. Abbassa il fuoco al minimo. I ravioli si devono cuocere sempre con l'acqua che sobbolle per 5 minuti, se no si aprono.
  6. Nel mentre della loro cottura, sciogli il burro in una padella.
  7. Passato il tempo dovuto, scola i ravioli con una schiumarola e tuffali nel burro. Preleva anche una tazzina di acqua di cottura e mettila nella padella con il burro e i ravioli.
  8. Fai ondeggiare i ravioli nella padella e con un cucchiaio porta del sughetto anche sopra i ravioli, il sughetto deve rimanere liquidino. Si addenserà con il cambio di temperatura al momento del servizio.
    Non si fanno saltare in padella se no si spaccano!!
  9. Dopo un minuto di ondeggiamento, spegni, spargi sopra a pioggia l'altra metà del parmigiano e l'amaretto rimasto frantumato.
  10. Serviti belli caldi sprigionano il profumo di cacao caratteristico.

TIPS:
È un gusto sicuramente peculiare ma non fatevi spaventare, non è dolce.
La pasta rimane tendenzialmente con una nota amara data dal cacao che viene ingentilita dalla grassezza e acidità del formaggio. L'amaretto se messo in piccole dosi ricorderà il sentore del dolce ma permetterà alla bocca di neutralizzare l'amaro.

Nessun commento:

Posta un commento