Zenzero: benefici, proprietà curative e controindicazioni


Zenzero e le sue proprietà benefiche

È ormai uso comune anche in Italia comprare lo zenzero, nello stato di radice della pianta appartenente alla stessa famiglia del cardamomo.
L'utilizzo di questa radice è diventato famoso grazie alla ristorazione giapponese, che ci ha fatto conoscere le famose scaglie di zenzero all'aceto in accompagnamento al sushi.
Lo zenzero è un ottimo ingrediente da integrare nella cucina mediterranea, non solo per via del suo gusto acidulo simile al limone ma anche perché contiene molte vitamine e sali minerali che gli donano tantissime proprietà curative e benefiche.

I CONGIGLI DI MARCO


Proprietà curative dello zenzero

  • La nausea: secondo molti esperimenti le proprietà dello zenzero permettono di combattere la nausea di diversi tipi. Dal mal di mare, alla cattiva digestione, fino a quelle mattutine sono nausee placate grazie allo zenzero. Basterà prepararsi una tisana di zenzero, facendo bollire una tazza d'acqua con 3 fettine di zenzero e sorseggiarla calda.
    Altra versione ancora più gustosa e portarsi dietro delle fettine di zenzero caramellato da masticare a lungo quando si viene attaccati dal senso di nausea.
  • La diarrea: le sostanze attive dello zenzero sono curative per tutto l'apparato digestivo, non solo aiutano a combattere il senso di pesantezza ma hanno anche un potere disinfettante rispetto a certe tossine che causano la diarrea.
    Consiglio popolare per contrastare la diarrea leggera e sporadica è mangiare della mela. Aiutiamo il nostro corpo a riprendersi più in fretta mangiando la mela grattugiata condendola con zenzero grattugiato (un cucchiaino raso è più che sufficiente).
    Questo metodo è utile per forme leggere di diarrea e in qualsiasi caso bisogna sempre confrontarsi con il proprio medico per associare questi aiuti con cure specifiche.
  • Mal di gola: con il cambio di stagione e l'arrivo del freddo una delle prime parti del corpo a risentirne è la gola. Il pizzicore in gola, dato dai primi batteri nell'aria, rende le giornate uggiose ancora più fastidiose. Anche in questo caso masticare piccolissimi pezzi di zenzero aiutano a disinfettare il cavo orale, grazie alle sue proprietà antisettiche e antinfiammatorie. 
  • A letto: secondo studi recenti, lo zenzero aiuta anche la sessualità sia maschile che femminile. Preparare una tisana realizzata con un litro di acqua, 20 gr di zenzero fresco e un peperoncino secco vi farà ottenere un elisir ricco di principi utili da spendere tra le lenzuola. Lo zenzero infatti ha ottimi benefici adattogeni, cioè aiutano il fisico ad avere una buona resistenza e il peperoncino con la sua capsaicina è un vascolarizzante e aiuta ad irrorare il sangue in maniera più fluida nel nostro corpo. Ovviamente non basta bere la tisana poco prima della notte di passione, poiché non è una medicina, ma potrebbe diventare una buona abitudine post cena per aiutare il nostro corpo a fare il pieno di ottimi principi attivi.
  • In cucina: dato che questa radice, come avete visto, ha moltissimi benefici possiamo e dobbiamo integrarla nelle nostre ricette.
    Idea principale potrebbe essere quella di sostituire il limone con lo zenzero. Avendo un gusto simile sarà facile integrarla nelle nostre ricette preferite.
    Altra idea è quella di grattugiare un po' di zenzero nella nostra pasta frolla; donargli un gusto acidulo equilibrerà il grasso del burro e permetterà di rendere più leggeri i nostri biscotti o crostate.
    Hai comprato tanta radice e hai paura di non utilizzarlo per tempo, rischiando di farlo ammuffire in frigo?
    - Pela le tue radici e grattugia tutto lo zenzero in eccesso. In una ciotola da freezer inserisci lo zenzero grattugiato e pari peso di olio di riso. Mescola e fai congelare per un ora. Poi riprendilo dal freezer e rimescola di nuovo e congela, per poi farlo una terza ed ultima volta passata un'ulteriore ora.
    Così facendo avrai dell'ottimo zenzero congelato, evitando il monoblocco.
    Potrai quindi prelevarlo successivamente nell'arco di 3 mesi a cucchiaini per inserirlo nelle tue ricette, sia salate che dolci dato che l'olio di riso non ha un gusto predominante.

Controindicazioni

Avendo un gusto molto intenso e prepotente una delle controindicazioni dello zenzero è quella di non poter esser usato in grosse quantità.
Non bisogna usare più di 5 gr di zenzero a porzione o 30 gr per litro di acqua, nel caso delle tisane.
Grosse quantità di zenzero rischiano di aver effetti collaterali.
Gonfiore, acidità, flatulenza sono gli effetti indesiderati più lievi di indigestione da zenzero.
A chi soffre di ulcere è sconsigliato l'utilizzo dello zenzero come quello del limone, essendo facilmente irritabile.
Durante la gravidanza è sempre bene chiedere consigli al proprio medico se inserire nella propria dieta lo zenzero.
Ogni alimento ricco di gusto e proprietà, come il peperoncino, devono essere assunti come spezie, quindi in piccolissime quantità usate esclusivamente per esaltare i gusti.
Come ci insegna la dieta mediterranea, variare è la cosa più importante per aiutare il nostro corpo a non intossicarsi.
Questo vale anche per l'assunzione dello zenzero, sia attraverso i pasti o per le tisane. A periodi di somministrazione conviene sempre prevedere periodi di diversificazione alimentare, riducendo o eliminando un alimento per poi reintegrarlo a periodi alterni nella dieta.

1 commento:

  1. Io amo lo zenzero, lo bevo la mattina con acqua e limone, lo uso nel impasti dei biscotti, nello stufato, nel pesce, nelle insalate...grazie per le informazioni...ciao Marco.

    RispondiElimina