Abbracci di branzino e prosciutto crudo di Parma


Un abbinamento delizioso di carne e pesce

Oggi parliamo di un abbinamento considerato poco ma che può regalare grandissime soddisfazioni, quello della carne e del pesce insieme.
La ricetta che vi propongo su questo tema è in collaborazione con l'azienda San Pietro, prosciuttificio di Lesignano De'Bagni.
Il prosciutto crudo di Parma, che userò, nasce da un'esperienza familiare di oltre un secolo, che ha permesso la creazione di un prodotto di qualità nel rispetto della tradizione. 

La carne e il pesce, presto sposi

Ormai di abbinamenti tra carne pesce ne conosciamo molti di collaudati: gamberetti e bacon, pollo e calamari... solo per citarne un paio. Sicuramente il re dell'abbinamento, soprattutto in questi casi, è l'insaccato; i prosciutti, come anche la pancetta, possono veramente unirsi a qualsiasi ingrediente, anche al pesce.

Rispettare l'equilibrio

Quando però si vuole sperimentare qualche cibo "incrociato", quale carne con del pesce, bisogna sempre tenere in conto l'equilibrio dei vari alimenti. La linea guida generale è quella che un alimento deve sostenere l'altro e mai scontrarsi.
Per esempio in questo caso il prosciutto crudo di Parma San Pietro dal gusto dolce e saporito, sostiene e si sposa perfettamente con quello del branzino, leggero e profumato.

LA RICETTA DI MARCO


Ingredienti per 3 persone 

  • 4 filetti di branzino
  • 2 vaschette di prosciutto crudo di Parma, San Pietro
  • 1 zucchina
  • sale&pepe
  • olio EVO

Preparazione

  1. La parte più complessa di questa ricetta è quella della gestione del branzino.
    S
    e desiderate potete prendere il pesce fresco e sfilettarlo per ottenere appunto i filetti necessari. Oppure optare per comprarlo in pescheria e chiedere a loro di fare questo lavoro. Io personalmente compro i filetti di branzino congelati, che se di qualità sono buonissimi e mi devo preoccupare solo di togliergli la pelle.
  2. Per togliere la pelle ai filetti di branzino congelati, basterà scongelarli (rigorosamente in frigo) e una volta di nuovo morbidi, adagiare il filetto su un tagliere, dalla parte della pelle. Con il tagliere ben fermo, far scorrere un coltello lungo, affilato e sottile tra la pelle e la carne per dividerle.
  3. Una volta ottenuto il filetto pulito bisogna tagliarlo a metà per lungo e adagiarci sopra una striscia sottile di zucchina.
                                              
  4. La strisciolina di zucchina sarà facilissima da ottenere, infatti servirà semplicemente un pelapatate e cercare di sfruttare al meglio la parte verde dell'ortaggio (questa parte è infatti la più saporita e croccante.
    Il resto della zucchina non buttatelo ma usatelo per un soffritto, una minestra o congelato per un futuro ripieno. In cucina non si spreca mai nulla!
  5. Una volta fatto lo strato di zucchina su ogni filetto di branzino non resta che adagiare una fetta di prosciutto crudo di Parma San Pietro: anch'essa potrà essere tagliata a metà per lungo per distribuirla meglio.
  6. Quando si saranno conclusi i tre strati sarà il momento di arrotolare ogni filetto e fermarlo con uno stuzzicadenti. Avremmo così ottenuto il nostro abbraccio che ricorderà anche una rosellina.
                                               
  7. La cottura è semplicissima. Dato che si usano prodotti gustosi e di qualità basterà salare e pepare gli abbracci a crudo e poi inserirli dentro una vaporiera, per poi cuocerli a vapore per 8 minuti.
                                   
  8. Una volta cotti servirli subito, così da portarli a tavola ben caldi. Concludi il piatto avvolgendo ogni abbraccio con una fetta di prosciutto crudo di Parma San Pietro e guarnisci con un sottile filo d'olio di oliva extravergine per concludere il piatto.
  9. Se vorrai poi abbinarci un contorno sarà sufficiente una semplicissima insalata di pomodorini ciliegini, magari condita con dell'aceto balsamico.

Ti è piaciuta questa ricetta? Fammelo sapere sulla mia pagina Facebook o condividila con i tuoi amici sui social.

Nessun commento:

Posta un commento