Avanzi di Natale: 5 ricette e consigli per riciclare il cibo rimasto



Condividi su
Riciclo avanzi cibo Natale

Come riciclare gli avanzi di cibo del Natale

Che uno festeggi già dal 24 o che inizi il 25 dicembre a pranzo, sicuramente la prassi è continuare ad ingurgitare cibo fino al 1° di gennaio (come minimo).
Già ti immagino: sei sul divano con la pancia piena, che cerchi ancora di digerire tutto il cibo che hai ingurgitato, ma ti ritrovi a dover pensare un'altra volta a mangiare, perché hai una quantità imbarazzante di cibo avanzato e il frigo sta per esplodere.
I pomeriggi delle feste passano in fretta. Tra un tutorial di Salvatore Aranzulla (per scoprire le varie funzionalità del prodotto tecnologico appena ricevuto in regalo) e le ennesime (adorate) repliche di Una poltrona per due o di Mamma ho perso l'aereo, la sera arriva in fretta e ti toccherà per forza pensare a cosa puoi fare con il cibo rimasto!
Il 26, 27 e 28 dicembre tendenzialmente è un mangiare cose già viste e cucinate. Gli avanzi di Natale sembrano sempre moltiplicarsi e dopo un po' si ha la nausea di quei piatti che uno ama e aspetta tutto l'anno!
In questo post ti do 5 consigli/ricette per riutilizzare il cibo che tendenzialmente avanza a Natale. Fatti ispirare da queste idee per conservare il cibo o rivisitarlo in maniera appetitosa.

1) Salmone avanzato

Uno degli ingredienti più acquistati sotto il periodo delle feste natalizie è sicuramente il salmone, normale o affumicato. Infatti è un ingrediente molto versatile. Si può mangiare in mille modi, cotto o semplicemente affumicato sopra le tartine, oppure disposto su un piatto insieme a del limone e mangiato accompagnato con il pane tostato. 
Cosa facciamo però se avanza?
Se hai i tranci di salmone e li hai cucinati, puoi tranquillamente congelarli (magari in porzione singole) e tenerlo per le pause pranzo quando si rientrerà al lavoro. Se invece ti avanza quello affumicato puoi riunirlo tutto e trasformarlo in una golosa e semplicissima frittata. Ti basta tritarlo grossolanamente a coltello, mischiarlo a 2 o 3 uova, insieme a 2 cucchiai abbondanti di Philadelphia e un cucchiaio di prezzemolo o erba cipollina. Mischia tutto e cuoci in padella a fuoco basso.



2) Verdure avanzate

Che siano cotte, in insalata o a pinzimonio, le verdure sono il contorno per eccellenza. A natale poi ce ne sono sempre in abbondanza (più che altro per essere a posto con la coscienza) però poi non si sa cosa farne quando avanzano.
Le verdure crude puoi sminuzzarle tutte insieme in un robot da cucina, magari con l'opzione PULSE, lasciandole grossolane e trasformarle in un buon minestrone, facendole bollire in acqua salata. Anche questo piatto è ottimo da congelare e consumare nelle giornate di detox dopo le feste.
Le verdure cotte invece puoi frullarle, più finemente, senza renderle puré, e unirle a uova, pane in cassetta sbriciolato, sale, pepe (o peperoncino) e pangrattato. Avrai realizzato così la regina del riciclo: la polpetta. Cuocile in padella con poco olio e mangiale insieme ad una fresca insalata verde. 


3) Lenticchie avanzate

Se siete dei sentimentali e seguite alla lettera le tradizioni, avrete portato a tavola del cotechino con le lenticchie. Non vi do consigli per riciclare il cotechino, perché tendenzialmente non avanza mai. Comunque sappiate che si può congelare il cotechino, una volta cotto.
Le lenticchie invece sono un tasto più dolente. Non è raro che vengano cucinate da più ospiti ed in generale ci si trova con kg di lenticchie cotte. Per evitare di mangiarle sempre uguali per i 2 giorni a venire, trasformale in una pietanza sfiziosa che piacerà a tutti: i burger di lenticchie e frutta secca (altro ingrediente costante nelle feste natalizie).
Sono facilissimi da preparare e cuocere in padella, ti lascio la mia ricetta linkata con tutti le specifiche e dettagli. 


4) Insaccati e formaggi avanzati

Anche questi ingredienti sono sempre presenti nelle tavole imbandite per le feste. Se non si ha molta voglia o tempo per cucinare, è molto facile svaligiare i reparti gastronomia dei supermercati e riempire di insaccati e formaggi vassoi chilometrici.
Cosa ne facciamo però nel momento in cui tutti se ne vanno e ti ritrovi con prosciutti come se piovesse e con più formaggi di un lattificio?
Ti do 3 consigli. Dal più facile al più complesso: 
  1. Gli avanzi possono essere trasformati in panini o tramezzini e congelati. Ebbene sì, l'insaccato e il formaggio può essere tranquillamente congelato e conservato anche per un mese in freezer. Prepara dei panini misti con del pane in cassetta e congelali singolarmente. Potrai scongelarli la sera prima per tostarli la mattina seguente come colazione ricca oppure metterteli in borsa e nel pomeriggio ti troverai un buonissimo e morbidissimo panino ottimo come spuntino.
  2. Sugo per la pasta. Qui ti do due varianti:
    La prima è il classico sugo di formaggi. Ti basta sciogliere tutti i ritagli di formaggi che ti sei ritrovato in frigo, in abbondante panna da cucina. Scioglili a fuoco bassissimo e poi infine frulla il tutto con un frullatore ad immersione. Otterrai un sugo corposo e vellutato, anche questo pronto da consumare o da congelare.
    La seconda variante è il ragù di salumi. Puoi seguire la mia ricetta che ti linko del ragù di prosciutto cotto oppure seguire le stesse linee guida di questa ricetta ma facendo un mix di insaccati che vi sono avanzati (evita il salame, è troppo saporito e poi lui si conserva bene per alcuni giorni anche in frigo).

                                      
  3. Ripieno per tortellini. Ricordati che Capodanno è dietro l'angolo. Frulla tutti gli insaccati aggiungendo delle uova e del pangrattato. Avrai un ottimo ripieno per i tuoi tortellini da fare in brodo l'ultimo dell'anno. Anche questi li puoi congelare fino al 31 dicembre e poi cuocerli anche direttamente da congelati.

5) Finto Tiramisù con Pandoro

Qui ti spiego veramente la facilità. Hai avanzato Pandoro e Panettoni dai mille regali ricevuti o dai pacchi aziendali?
Tagliali per lungo in orizzontale e ricava così dei bei dischi di 4/5 cm. In una teglia usa e getta in alluminio disponi a strati, prima la fetta di dolce avanzato, inzuppalo di acqua zuccherata e caffè, poi la crema al mascarpone avanzata (oppure falla tu montando stesso peso di mascarpone e panna), una spolverata di cacao e poi rinizia da capo per ancora uno strato.
Mangialo quando vuoi oppure... indovina? Congelalo! 


Ecco qui la conclusione di questo post! Spero ti possa essere d'aiuto per evitare lo spreco di cibo. D'altronde è sempre un peccato buttare il cibo e con un po' di fantasia si possono creare ottime e gustose alternative per mettersi a tavola con piacere.
Non dimenticate di condividere con i vostri amici queste idee se le avete trovate utili, anche loro non ameranno sprecare il cibo 😉

Vi auguro buone feste e un felice anno nuovo!


Nessun commento:

Posta un commento