Frittata anti-spreco: albumi, verde del porro e patate



Condividi su
frittata anti-spreco porri e patate

Frittata di albumi e avanzi di porro e patate

Ho deciso di scrivere una ricetta un po' diversa dal solito, ispirato da una notizia che ho letto su ansa.it. L'argomento dell'articolo tratta lo spreco alimentare.
In Italia, per quanto siamo uno dei popoli più attenti all'argomento spreco alimentare, vengono gettati volontariamente o involontariamente 370 grammi di cibo a famiglia, a settimana. 

I dati, per quanto dimostrino una crescente consapevolezza sullo spreco del cibo, permettono comunque di riflettere su quanti soldi una famiglia sperpera al mese nella propria cucina.
E sì, perché buttare via del cibo vuol dire, non soltanto avere poco rispetto dell'ambiente e del lavoro che sta dietro alla produzione, ma soprattutto uno spreco di soldi.
Se si riflette sui dati riportati nell'articolo, in media una famiglia, immaginiamo di 3 persone, getta più di 1 kg di cibo. Se si calcola una media di costo del cibo al kg di 10/15€, possiamo facilmente ipotizzare lo sperpero di denaro.

Anche io spesso ho buttato del cibo: magari perché lasciato scadere o perché ammuffito o peggio perché mal utilizzato. Ho fatto diverse ricerche e ho scoperto che quelli che spesso si considerano scarti alimentar,  invece sono ingredienti utili e anche buonissimi. L'ingrediente principe è la verdura, che oggigiorno ha anche un bel costo.

Per questo motivo ho deciso di iniziare a realizzare alcune ricette proprio con ingredienti di riciclo, i famosi "scarti".
Se l'idea ti piace o ti ispira, partecipa anche tu a questa iniziativa. Realizza una ricetta con quegli ingredienti che molti considerano di scarto ma sono perfettamente usabili. 
Condividi la ricetta sul tuo blog o su Instagram, postandola con #bastasprechiincucina
Puoi citarmi (su Instagram mi trovi come @marcofoodtravel) o citare chi ti ha fatto conoscere questa iniziativa e se ti va, linka qualche ricetta di riciclo che ti ha ispirato o che non pensavi si potesse realizzare!
Condividiamo l'utilità, la consapevolezza e il buon cibo spesso non considerato.

LA RICETTA DI MARCO


Ingredienti per 4 persone
  • 5 albumi d'uovo
  • le foglie verdi di 2 porri
  • una patata grande
  • 1 cucchiaio di parmigiano o pecorino
  • sale e pepe QB
Preparazione
  1. Primo consiglio anti-spreco: quando prepari dei dolci, lo zabaione o della pasta fatta in casa potresti non dover utilizzare l'albume dell'uovo, il bianco in sostanza. Non gettarlo via, mettilo dentro un piccolo contenitore (o un bicchierino di plastica da caffè, che dovrai poi sigillare con sacchetti gelo) e congelalo. A fine mese ti accorgerai che avrai conservato diversi albumi congelati e potrebbero tornarti utili da usare singolarmente o tutti insieme, una volta decongelati. Gli albumi congelati si conservano in freezer massimo 2 mesi.
  2. Secondo consiglio anti-spreco: spesso non si considerato le foglie più coriacee del porro, quelle verdi scure. Magari le si tagliano tutte e si gettano. In realtà una volta separate dalla parte più bianca, le foglie verdi del porro possono essere spuntate e bollite. Avrai un'ottima verdura, dal sapore delicato di porro e con tantissime fibre.
  3. Terzo consiglio anti-spreco: quando utilizzi le patate non gettare la buccia. A meno che tu non faccia un puré, la buccia delle patate è buonissima e utile nelle tue ricette. Per usare le patate comprese di buccia ti basterà lavarle sotto acqua corrente, massaggiarle per un paio di minuti con del bicarbonato e risciacquarle abbondantemente. Otterrai patate perfettamente pulite e ricche di sali minerali e vitamine (tutti eccipienti contenuti nella buccia).
  4. Ricetta della frittata di albumi, verde del porro e patate con la buccia:
    Fai bollire in acqua salata la patata e le foglie verdi del porro, spuntate e ben lavate. Quando la patata sarà morbida anche il porro lo sarà e puoi scolare tutto (ci vorrà circa una mezz'ora).
  5. Fai raffreddare le verdure e successivamente inseriscile in un mixer con sale, pepe, parmigiano e gli albumi decongelati. 
  6. Frulla tutto per 3 minuti.
  7. Versa in una padella molto calda, unta di olio, il composto di uovo.
    Cuoci a fuoco vivace per 2 minuti, per poi abbassare la fiamma e coprire il tutto.
  8. Cuoci 10 minuti un lato e poi rovescia la fritta, per far cuocere altri 5 minuti il secondo lato.
  9. Puoi servire sia ben calda che fredda, da sola o con dell'insalata o ancora condita con della glassa di aceto balsamico.
Tu lo sapevi che il verde del porro si potesse utilizzare? E la buccia della patata, spesso la scarti?
Prova questa frittata non ti deluderà e se hai qualche idea di riciclo del cibo o sfrutti anche tu parti di cibo che spesso si scartano, condividi le tue idee con noi.

Se ti piace non sprecare in cucina leggi anche il mio post sui 7 trucchi per risparmiare in cucina.

Nessun commento:

Posta un commento