Pesto di rucola con mandorle



Condividi su

La rucola come non l'hai mai mangiata

Il pesto di rucola è una fantastica alternativa a quello genovese.
Il pesto originale è da sempre molto apprezzato in tutto il mondo ed è composto da 4 semplici ingredienti: basilico, pecorino, aglio e pinoli. Negli anni però sono nate diverse varianti, soprattutto con sostituzione di ingredienti od omissioni.
Spesso e volentieri si va a cambiare la ricetta originale per colpa di intolleranze o allergie. Per esempio, io adoro il pesto di rucola perché quello originale alla genovese non lo digerisco. Non ho mai capito se per colpa dei pinoli o del basilico e quindi ho deciso di realizzare in casa un pesto, dal sapore praticamente uguale, senza pinoli e basilico.

LA RICETTA DI MARCO

Ingredienti per 6 persone
  • 100 gr di rucola
  • 1 spicchio d'aglio
  • 30 mandorle (30 gr)
  • 1 bicchiere d'olio EVO
  • 60 grammi di pecorino romano
  • 1 cucchiaino di sale grosso
Preparazione

  1. Per evitare che il pesto di rucola risulti troppo amaro, bisogna trattare per prima cosa la rucola. Il procedimento è molto semplice: sbollenta la rucola in acqua bollente per massimo 2 minuti, insieme allo spicchio d'aglio. Scola la rucola e l'aglio ed immergili subito in acqua fredda per 5 minuti. Questo bloccherà la cottura e renderà la rucola bella verde.
  2. Scola la rucola e l'aglio dall'acqua fredda e strizza per bene la rucola. Aiutati con un canovaccio o con la centrifuga per l'insalata.
  3. In un mixer aggiungi la rucola ben asciutta, lo spicchio d'aglio sbollentato (sbollentare l'aglio, lo renderà più digeribile), le mandorle intere, il parmigiano, tutto l'olio ed il sale grosso.
  4. Frulla il futuro pesto per 2 minuti, al massimo della potenza. Poi lascialo riposare per 5 minuti e infine rifrulla per un minuti, al massimo.
  5. Frullare il pesto di rucola e mandorle in due tempi, permetterà di ottenere un prodotto omogeneo e di un colore brillante.
  6. Usa il pesto di rucola e mandorle per condire la tua pasta preferita. Ricordati che il pesto non si cuoce, ma va solo scaldato con il calore stesso della pasta.
    Io ne preparo sempre in abbondanza, così poi lo porziono in bicchieri di plastica e lo congelo. E' un ottimo salva cena!

Nessun commento:

Posta un commento