Cheesecake fredda golosa, ricetta facile con planetaria

Cheesecake fredda con planetaria, una versione veloce e sfiziosa


L'altro giorno mi è venuta voglia di cheesecake fredda! Complice l'avvicinarsi della primavera, ho iniziato ad avere desiderio di questo dolce fresco, gustoso e guarnito dai miei frutti preferiti, i lamponi.
Ero a casa della mia fidanzata e a sorpresa sua madre mi ha comprato tutto il necessario per prepararmi il dolcetto (<3) !
Ho appurato che utilizzando la planetaria e seguendo un certo ordine, si può realizzare la cheesecake fredda molto velocemente e sporcando pochissimo.
Devo dire che sono sempre soddisfatto di aver comprato la planetaria perché effettivamente si possono realizzare e semplificare moltissimi lavori in cucina.
Comunque, durante la preparazione abbiamo fatto delle aggiunte. Da una parte hanno reso più light la cheesecake fredda, dall'altra l'abbiamo resa ancora più golosa  semplicemente con l'aggiunta di pochissimi e normalissimi ingredienti.

LA RICETTA DI MARCO

Ingredienti per 8 persone

  • 200 gr biscotti secchi comuni
  • 200 gr di burro
  • 50 gr di cioccolato fondente (o gocce)
  • un cucchiaio di miele
  • 200 gr di formaggio spalmabile
  • 100 gr di ricotta
  • 200 ml di panna
  • 70 gr di zucchero
  • 2 fogli di colla di pesce

Preparazione (in ordine per sporcare poco)

  1. In una ciotola abbastanza ampia sciogli il burro fatto a pezzetti con il microonde. Potenza media e circa 2 minuti.
  2. Inserisci in un sacchetto gelo i biscotti e frantumali con un pesta carne. Ora puoi inserirli nella ciotola con il burro sciolto e aggiungere il cioccolato in gocce (o fatto a scaglie) e il miele.
  3. Mescola bene con un cucchiaio e quando l'impasto risulterà umido e sabbioso, usalo per foderare una teglia da torta a cerniera di circa 26 cm di diametro. Preferibilmente fodera il fondo della tortiera con della carta da forno.
  4. Metti in frigo la tortiera con il guscio di biscotti che si riposerà finché non prepari i formaggi.
  5. In un bicchiere riempito di acqua per metà, tagliuzza le foglie di colla di pesce e fai riposare.
  6. Nel mentre monta nella ciotola della planetaria la panna con la frusta in dotazione con metà dello zucchero. Una volta che sarà ben ferma trasferiscila in una ciotola pulita ma utilizza il vaso della planetaria sporco di panna per montare i formaggi con il restante zucchero e l'acqua dove si sarà sciolta la gelatina.
  7. Riscalda al massimo della potenza, per un minuto, il bicchiere nel microonde. Gira il composto ormai il liquido caldo dove si sarà sciolta la gelatina di pesce.
  8. Dopo 5 minuti spegni la planetaria; i formaggi saranno spumosi e quindi potrai usare una spatola a mano per unire delicatamente la panna montata in precedenza.
  9. Preleva dal frigo il guscio di biscotti e sovrastali del composto di panna. Livella e fai riposare in frigo per almeno 2 ore.
  10. Puoi condire con semplice cioccolata sciolta, marmellata o frutta fresca, oppure come ho fatto io ho preparato una marmellata veloce di lamponi. Semplicemente con 80 gr di lampone, due cucchiai di zucchero e due di succo di limone, una volta che ha bollito per 5 minuti ho filtrato il tutto e lasciato raffreddare.
Condisci sempre la cheesecake con elementi freddi, per non smontarla. Oppure lasciala bianca e prepara varie salse così i tuoi ospiti potranno condirla come preferiscono.




Leggi tutto...

Polpette di melanzane ripiene

Polpette giganti con un cremoso ripieno di formaggio


Quando vado a fare la spesa cerco sempre di comprare diverse varietà di verdure ma gli ever green degli ortaggi, quali patate, zucchine e melanzane, sono degli acquisti ormai fissi. 
Per non ritrovarsi a cucinare queste verdure sempre saltate in padella o cotte in forno, bisogna ingegnarsi un po' per ottenere dei risultati sfiziosi e saporiti. 
Vi racconto oggi di un'idea che ho avuto; in sostanza polpette di melanzane con una preparazione che gli da molto sapore e carattere. Polpette molto grandi con un cuore filante, una consistenza soffice e dalla scorza croccante.
Vediamo i passaggi per preparare queste polpette giganti di melanzane che ho ribattezzato melanzanotti.

LA RICETTA DI MARCO


Ingredienti per 4 persone

  • 2 melanzane medie
  • 50 gi di parmigiano
  • 2 uova
  • 100 gr di fontal o mozzarella per pizza
  • pangrattato QB
  • spezie: io uso pepe nero, curcuma o noce moscata
  • sale

Preparazione

  1. Pulisci le melanzane ed elimina le estremità, poi tagliale a cubetti anche di medie dimensioni.
  2. In una padella molto calda inizia ad abbrustolire i cubotti di melanzane, facendole saltare spesso in padella così da dorarle omogeneamente.
    Verso metà della cottura, avrai bisogno di 10 minuti a fuoco vivo, salale per far perdere il liquido e concludi la rosolatura.
  3. Una volta cotte ed intiepidite in un mixer frullale insieme a tutti gli altri ingredienti, tranne il fontal. Di pan grattato per l'impasto avrai bisogno almeno di 3 cucchiai colmi mentre le spezie vanno a piacere senza mai eccedere.
  4. Lascia riposare almeno 20 minuti il preparato che si asciughi e poi inizia a creare delle grosse polpette con l'aiuto delle tue mani che dovranno essere molto umide. 
  5. All'interno di ogni polpetta inserisci un cubotto di fontal o mozzarella per creare il cuore filante.
  6. Impanale nel pan grattato, che rimarrà appiccicato grazie all'umidità dell'impasto.
  7. Friggi le mega polpette, poche per volta, fino a doratura.

Una ricetta molto facile che ha un gusto semplice ma ricco di profumi. La melanzana risulterà un po' affumicata dalla rosolatura e le spezie gli daranno carattere, il formaggio poi renderà sfizioso e divertente il tutto.

Se ti è piaciuta la ricetta condividila su Facebook e scopri le altre ricette semplici e sfiziose sul blog!


Leggi tutto...

Spaghetti al sugo mediterraneo di branzino


Sugo di branzino veloce, per un ottimo menù a base di pesce

Il branzino è un pesce molto buono e relativamente economico. La spesa per comprarlo non è altissima, soprattutto perché si può trovare spesso in sconto. Comprare il branzino vuol dire avere un'ottima materia prima per potersi sbizzarrire in diverse ricette, come il branzino alla griglia che vi ho proposto in → questa ricetta oppure trasformarlo in un sugo saporito e molto semplice da preparare.
Ho deciso di usare in questo sugo alcuni di quegli alimenti che rappresentano al meglio la nostra dieta mediterranea.
Io ho comprato del branzino fresco e l'ho lavorato, ricavando due filetti privi di pelle, ma se volete fare più in fretta potete chiedere direttamente al pescivendolo solo i filetti o comprare i fileti di branzino congelato. Ovviamente in tutti i casi scegliendo sempre una buona materia prima.

LA RICETTA DI MARCO


Ingredienti per 4 persone

  • 350gr di spaghetti
  • 1 spicchio di aglio
  • 10 pomodorini pachino secchi
  • 1 cucchiaino di capperi sotto sale
  • 1 cucchiaio di prezzemolo tritato
  • 4 filetti di branzino senza pelle
  • sale, pepe e origano QB
  • 1/2 bicchiere di vino bianco

Preparazione

  1. Metti a bollire dell'acqua della pasta per poi cuocerci come da tradizione gli spaghetti, ricordandoti di scolarli al dente e conservare almeno un bicchiere di acqua di cottura.
  2. In una padella scalda leggermente un paio di giri di olio EVO e dora l'aglio pulito.
  3. Taglia a grossi tocchi i filetti di branzino, se hai scelto quelli congelati falli scongelare prima, e inizia a soffriggerli nell'olio dal quale avrai prelevato l'aglio.
  4. Mentre il pesce soffrigge a fuoco dolce, crea un trito di pomodori secchi, capperi e prezzemolo per poi aggiungerlo al pesce rosolato.
  5. Sfuma tutto con il vino e fai cuocere 5 minuti, aggiustando di sale in cottura.
  6. Quando il sugo e pronto condisci con poco pepe e origano e poi tuffaci la pasta al dente al suo interno.
  7. Riaccendi il fuoco sotto la padella e manteca con l'acqua di cottura, prima farai saltare la pasta in padella più il sugo e la pasta legheranno grazie all'amido.
È una ricetta di facile riuscita e molto profumata, ottima se hai intenzione di creare un menù a base di pesce ma non vuoi faticare troppo.


Leggi tutto...

Le basi della cucina: cannelloni ricotta e spinaci

La pasta al forno può avere varie declinazioni ma le più famose rimangono le lasagne al ragù e i cannelloni ricotta e spinaci. Oggi vedremo come preparare dei morbidi e saporitissimi cannelloni in pochi passaggi.

IMG dal Web

Pasta al forno

Quando si pensa alla pasta al forno vengono in mente sempre due piatti, il primo è la lasagna e il secondo sono i cannelloni. Il primo a base di carne, il secondo piatto può essere anche completamente vegetariano.
I cannelloni sono ancora più facili da preparare della lasagna perché non necessitano di nessun sugo o preparazione lunga ma semplicemente ci vogliono solo ingredienti buoni e qualche trucchetto che ti darò durante la spiegazione della ricetta. Da anni utilizzo questi passaggi per preparare dei saporiti e sfiziosi cannelloni.

Ingredienti

Per preparare cannelloni per 6 persone ci vogliono:
  • 500 gr di pasta cannelloni all'uovo
  • 500 gr di ricotta
  • 350 gr di spinaci congelati
  • noce moscata
  • 125gr di parmigiano grattugiato
  • sale e pepe QB
  • 2 uova
  • 500 ml di besciamella
Io uso una tecnica molto sbrigativa per preparare e farcire i cannelloni che mi ha fatto risparmiare un sacco di tempo in cucina e mi ha permesso di ottenere sempre grandi risultati.

Preparazione

  1. Come prima cosa riscalda il forno a 160º ventilato. Nel frattempo che si riscalderà potrai preparare i cannelloni.
  2. In un piatto adatto, cuoci al microonde gli spinaci. Dovrai solamente metterli al massimo della potenza per 4 minuti, essendo già semi-cotti e ricchi di acqua, non c'è necessità di passarli in padella. Il microonde sarà un ottimo lavoro di "scongelamento".
  3. In una ampia ciotola, con una frusta amalgama la ricotta con le uova, un cucchiaino di noce moscata, pepe a piacere e metà del parmigiano
  4. Quando gli spinaci saranno cotti/scongelati e un po' raffreddati, strizzali con le mani per fargli perdere più acqua possibile. Solo a questo punto tagliali grossolanamente con un coltello e mischiali al composto di ricotta.
  5. Per farcirli ti spiego un trucco facilissimo, immetti un po' di impasto di ricotta e spinaci in un sacchetto gelo, quello per congelare.
  6. Metti in piedi un cannellone alla volta, con un buco appoggiato al tagliere, e inserisci l'impasto attraverso l'altro buco: per inserirlo ti basterà tagliare un piccolo angolino del sacchetto gelo e spremere il composto all'interno del cannellone. Sarà come avere una sacca da pasticcere che ti farà risparmiare molto tempo.
  7. Una volta farciti tutti, sdraiali tutti in una teglia da forno leggermente imburrata o oliato, realizzato lo strato di cannelloni mettici sopra metà del parmigiano rimasto, poi innaffiali di besciamella e poi a completare il restante parmigiano per creare la crosticina tanto amata.
  8. I cannelloni non dovranno essere pre-cotti ma si cuoceranno con l'aiuto della besciamella. Se desideri preparare la besciamella fatta in casa, super semplice, puoi guardare → questa ricetta.
  9. Fai cuocere a metà forno per 35 minuti e poi gli ultimi 5 minuti con il grill.
Se hai apprezzato questa ricetta e ti sono piaciuti i passaggi semplici e i trucchi che ti ho consigliato, condividila con i tuoi amici attraverso i pulsanti social!


Leggi tutto...

Spezzatino di cinghiale morbido

Polenta e spezzatino, il connubio perfetto per le cene invernali


L'altro giorno un'amica di mio padre, Manuela, mi ha fatto una graditissima sorpresa, regalandomi della freschissima carne di cinghiale. 
Devo assolutamente ringraziarla del pensiero per avermi pensato e offerto quello che io considero il re della cacciagione. Ovviamente non potevo che omaggiarla a mia volta della ricetta per realizzare uno spezzatino di cinghiale, che spero possa essere utile a lei e a tutti voi che mi leggete.

La foto che vedete fa parte di una delle mie tantissime prove di food photo che sto realizzando con la mia nuova reflex. È uno strumento molto complesso da utilizzare e la carne è uno dei soggetti più difficili da fotografare per renderle la giustizia che merita.
Sarò sincero, non sono molto soddisfatto del risultato fotografico (e pensate le altre prove che non ho pubblicato) invece devo ammettere che la ricetta preparata mi ha dato tantissima gioia perché è venuta gustosa come la speravo.

LA RICETTA DI MARCO


Ingredienti per 4 persone

  • 400 gr di polpa di cinghiale
  • 1 carota grande
  • 1 cipolla
  • 1 spicchio aglio
  • scorza di mezza arancia
  • un bicchiere di vino rosso corposo
  • pepe rosa in grani
  • 1 rametto di rosmarino
  • 150 gr di passata di pomodoro
  • sale e pepe nero QB

Preparazione

  1. Il passaggio più importante quando si tratta una carne di cacciagione come il cinghiale, è la marinatura. È il processo più lungo e può richiedere anche tutta la notte o come minimo bisognerà preparare la carne la mattina per la sera.
  2. Iniziamo: in un pentolino inserisci il vino, metà bicchiere di acqua fresca, un cucchiaio di pepe rosa, la scorza d'arancia tagliata a pezzi grossolani e il rametto di rosmarino.
    Metti nel fuoco basso e appena bolle spegni e copri. Preparare la marinatura in questo modo ti permette di creare un vino meno alcolico e insaporito dai vari oli essenziali, per donare nuovo gusto alla carne.
  3. Fai raffreddare la marinatura coperta almeno un ora e nel frattempo in una pirofila inserisci la polpa di cinghiale che avrai tagliato in cubetti non più grandi di 2cm per 2cm. Non è il caso di farli molto piccoli e nemmeno troppo grandi perché rischieranno solo di indurirsi durante la cottura.
    Sala con un paio di prese di sale e pepa a crudo la carne, mescola e lasciala riposare.
  4. Una volta che il vino profumato è tiepido puoi filtrarlo ed usarlo per bagnare e lasciare a mollo la carne di cinghiale.
    Copri tutto con della pellicola e fai riposare la carne in frigo per minimo 4 ore.
    Questo passaggio è fondamentale poiché toglierà il gusto forte di selvaggina al cinghiale e ammorbidirà la carne che se no rischia di essere troppo robusta e nervosa.
  5. Quando la carne sarà marinata munisciti di una pentola molto grande ed ampia. Al suo interno fai rosolare la cipolla tagliata finemente con l'aglio intero ma pulito; ad essi unisci la carota che deve essere tagliata non troppo finemente per lasciargli corpo anche dopo la cottura.
  6. Quando il tutto sarà dorato, elimina l'aglio e inserisci la carne leggermente scolata dal vino e fai rosolare molto bene a fuoco alto.
  7. Quando la carne sarà rosolata bagnala con il vino della marinatura e lascia dimezzare il liquido.
  8. Solo a questo punto puoi inserire la passata di pomodoro e aggiustare di sale. Quindi spostare la pentola nel fornello piccolo a fuoco minimo.
  9. Non ti resta che coprirlo e lasciare cuocere per 2 ore minimo, girando di tanto in tanto.
    I liquidi devono asciugarsi ma se a metà cottura risulta tutto molto asciutto puoi aiutare la cottura con una o due tazzine di acqua calda.
Io ho amato il suo gusto avvolgente, le spezie che hanno aiutato il sapore della cacciagione senza essere invadenti e alla fine l'ho mangiato con un contorno di insalata ma meritava moltissimo che venisse accompagnato da una classica polenta.
Credo che ripeterò la ricetta prima che finisca l'inverno, perché lo spezzatino di cinghiale è uno dei miei piatti preferiti.
A presto per una prossima ricetta e ancora grazie a Manuela per la buonissima materia prima che mi ha offerto.

Se ti è piaciuta la ricetta condividila su Facebook e se ti interessa puoi leggere anche altre mie ricette sul tema:

Leggi tutto...

Le basi della cucina: le patate al forno croccanti

Cuocere le patate al forno può essere il modo più delizioso e semplice di cucinare il famoso tubero. Croccanti fuori e soffici all'interno, le patate al forno sono un contorno perfetto per ogni pietanza.Ma è così facile come sembra realizzarle sempre nel modo migliore?


IMG dal Web


La tecnica per ottenere patate al forno sempre perfette

Questa ricetta entra di diritto nella rubrica Le basi della cucina, poiché le patate sono proprio un alimento base delle nostre dispense.
Spesso sia i più piccoli o i più grandicelli richiedono a gran voce questo contorno, che all'apparenza sembra di facile realizzo ma non è sempre così.
Di strategie per avere patate arrostite gustose e ben cotte ce n'é sono molte, ma non tutte mi hanno sempre soddisfatto.
Spesso molte patate si cuocevano troppo, oppure quelle più in basso rimanevano più bollite e meno croccanti. Molte tecniche prevedono di sbollentarle, ma così riempirei la cucina di vapore e dovrei per giunta lavare un pentolone immenso.
Io vi racconto una tecnica che ho amato e che utilizzo tutte le volte. Una tecnica per cuocere il tubero con semplicità e soprattutto velocità, tenendo il forno acceso meno di 20 minuti.

Ingredienti per 4 persone

Io calcolo sempre 1 patata grande a testa o 2 medie a testa. Diciamo circa 200 gr procapite.
Poi ci vorrà un po' di burro e un po' di olio. Io uso entrambi insieme ma si può usare anche solo l'olio. Non più di 2 cucchiai e due noci di burro ogni 4 persone, se no si rischia di avere patate intrise di grasso.

Preparazione

  • Inizia partendo dal forno. Dovrai accenderlo subito per farlo riscaldare. Andrà benissimo la modalità ventilata a 200 gradi.
  • Ora puoi procedere a pelare e tagliare le patate. Si possono fare i classici quadratini oppure degli spicchi. L'importante che le dimensioni dei vari pezzi siano il più possibili uguali e non grandi, di medie dimensioni.
  • Sciacqua le patate abbondantemente aiutandoti con uno scola pasta e l'acqua corrente fresca.
  • In una padella molto larga a fiamma molto vivace scalda il burro insieme all'olio. Appena il tutto sfrigolerà tuffaci le patate, il più possibile scolate.
  • Ora devi far dorare per bene le tue patate. Basterà farle saltare spesso in padella oppure se sei poco pratico potrai mescolare, agitandole il più possibile con un mestolo di legno.
  • Questo lavoro non durerà più di 10 minuti e l'importante è farle dorare tutte il più possibile omogeneamente.
    Quando qualcuna inizierà ad abbrustolirsi sarà il momento di trasferirle in un'ampia teglia da forno foderata di carta forno e solo a questo punto salarle abbondantemente (la patata ha bisogno di un buon apporto di sale) e nel caso arricchirle di gusti, come del rosmarino.
  • Falle cuocere a metà forno per 15 minuti, girandole a metà cottura.
Seguendo questi semplici passaggi otterrai patate perfettamente cotte, croccanti fuori, una nuvola come interno e soprattutto molto gustose perché si saranno utilizzati i giusti grassi per arricchirle ma non per renderle stucchevoli.

Se ti è piaciuta questa ricetta puoi leggere anche le altre in Le basi della cucina e se ti va, puoi condividerla su Facebook!

Leggi tutto...