02 dic 2016

Zenzero: benefici, proprietà curative e controindicazioni

Zenzero e le sue proprietà benefiche

È ormai uso comune anche in Italia comprare lo zenzero, nello stato di radice della pianta appartenente alla stessa famiglia del cardamomo.
L'utilizzo di questa radice è diventato famoso grazie alla ristorazione giapponese, che ci ha fatto conoscere le famose scaglie di zenzero all'aceto in accompagnamento al sushi.
Lo zenzero è un ottimo ingrediente da integrare nella cucina mediterranea, non solo per via del suo gusto acidulo simile al limone ma anche perché contiene molte vitamine e sali minerali che gli donano tantissime proprietà curative e benefiche.

I CONGIGLI DI MARCO


Proprietà curative dello zenzero

  • La nausea: secondo molti esperimenti le proprietà dello zenzero permettono di combattere la nausea di diversi tipi. Dal mal di mare, alla cattiva digestione, fino a quelle mattutine sono nausee placate grazie allo zenzero. Basterà prepararsi una tisana di zenzero, facendo bollire una tazza d'acqua con 3 fettine di zenzero e sorseggiarla calda.
    Altra versione ancora più gustosa e portarsi dietro delle fettine di zenzero caramellato da masticare a lungo quando si viene attaccati dal senso di nausea.
  • La diarrea: le sostanze attive dello zenzero sono curative per tutto l'apparato digestivo, non solo aiutano a combattere il senso di pesantezza ma hanno anche un potere disinfettante rispetto a certe tossine che causano la diarrea.
    Consiglio popolare per contrastare la diarrea leggera e sporadica è mangiare della mela. Aiutiamo il nostro corpo a riprendersi più in fretta mangiando la mela grattugiata condendola con zenzero grattugiato (un cucchiaino raso è più che sufficiente).
    Questo metodo è utile per forme leggere di diarrea e in qualsiasi caso bisogna sempre confrontarsi con il proprio medico per associare questi aiuti con cure specifiche.
  • Mal di gola: con il cambio di stagione e l'arrivo del freddo una delle prime parti del corpo a risentirne è la gola. Il pizzicore in gola, dato dai primi batteri nell'aria, rende le giornate uggiose ancora più fastidiose. Anche in questo caso masticare piccolissimi pezzi di zenzero aiutano a disinfettare il cavo orale, grazie alle sue proprietà antisettiche e antinfiammatorie. 
  • A letto: secondo studi recenti, lo zenzero aiuta anche la sessualità sia maschile che femminile. Preparare una tisana realizzata con un litro di acqua, 20 gr di zenzero fresco e un peperoncino secco vi farà ottenere un elisir ricco di principi utili da spendere tra le lenzuola. Lo zenzero infatti ha ottimi benefici adattogeni, cioè aiutano il fisico ad avere una buona resistenza e il peperoncino con la sua capsaicina è un vascolarizzante e aiuta ad irrorare il sangue in maniera più fluida nel nostro corpo. Ovviamente non basta bere la tisana poco prima della notte di passione, poiché non è una medicina, ma potrebbe diventare una buona abitudine post cena per aiutare il nostro corpo a fare il pieno di ottimi principi attivi.
  • In cucina: dato che questa radice, come avete visto, ha moltissimi benefici possiamo e dobbiamo integrarla nelle nostre ricette.
    Idea principale potrebbe essere quella di sostituire il limone con lo zenzero. Avendo un gusto simile sarà facile integrarla nelle nostre ricette preferite.
    Altra idea è quella di grattugiare un po' di zenzero nella nostra pasta frolla; donargli un gusto acidulo equilibrerà il grasso del burro e permetterà di rendere più leggeri i nostri biscotti o crostate.
    Hai comprato tanta radice e hai paura di non utilizzarlo per tempo, rischiando di farlo ammuffire in frigo?
    - Pela le tue radici e grattugia tutto lo zenzero in eccesso. In una ciotola da freezer inserisci lo zenzero grattugiato e pari peso di olio di riso. Mescola e fai congelare per un ora. Poi riprendilo dal freezer e rimescola di nuovo e congela, per poi farlo una terza ed ultima volta passata un'ulteriore ora.
    Così facendo avrai dell'ottimo zenzero congelato, evitando il monoblocco.
    Potrai quindi prelevarlo successivamente nell'arco di 3 mesi a cucchiaini per inserirlo nelle tue ricette, sia salate che dolci dato che l'olio di riso non ha un gusto predominante.

Controindicazioni

Avendo un gusto molto intenso e prepotente una delle controindicazioni dello zenzero è quella di non poter esser usato in grosse quantità.
Non bisogna usare più di 5 gr di zenzero a porzione o 30 gr per litro di acqua, nel caso delle tisane.
Grosse quantità di zenzero rischiano di aver effetti collaterali.
Gonfiore, acidità, flatulenza sono gli effetti indesiderati più lievi di indigestione da zenzero.
A chi soffre di ulcere è sconsigliato l'utilizzo dello zenzero come quello del limone, essendo facilmente irritabile.
Durante la gravidanza è sempre bene chiedere consigli al proprio medico se inserire nella propria dieta lo zenzero.
Ogni alimento ricco di gusto e proprietà, come il peperoncino, devono essere assunti come spezie, quindi in piccolissime quantità usate esclusivamente per esaltare i gusti.
Come ci insegna la dieta mediterranea, variare è la cosa più importante per aiutare il nostro corpo a non intossicarsi.
Questo vale anche per l'assunzione dello zenzero, sia attraverso i pasti o per le tisane. A periodi di somministrazione conviene sempre prevedere periodi di diversificazione alimentare, riducendo o eliminando un alimento per poi reintegrarlo a periodi alterni nella dieta.

Leggi tutto...

30 nov 2016

Filetti di triglia in crosta di mirtilli rossi e frutta secca


Una panatura golosa di parmigiano e deliziosa frutta secca


Oggi vi propongo una ricetta in collaborazione con l'azienda Dalter, realizzata con la sua linea di formaggi grattugiati e porzionati nata nel 2006, la Campirossi.
Ho potuto provare uno dei loro nuovi prodotti, gli snack "Ogni volta...". Pratiche monoporzioni di parmigiano reggiano DOP e frutta secca in abbinato; ottimi, appunto, come snack fuori pasto e per merenda.
Sicuramente queste piccole confezioni sono ideali per essere portate con sé in viaggio e in ufficio ma non è da sottovalutare anche il loro utilizzo nelle ricette da realizzare in cucina.
Io ho usato lo snack "Ogni volta..." di parmigiano reggiano DOP mix di frutta secca ed essiccata e mirtilli rossi per creare una golosa panatura per i miei filetti di gallinella. Gustosissimo pesce della famiglia della triglia ottimo da fare fritto o al forno.


LA RICETTA DI MARCO


Ingredienti per 2 persone

  • 6 filetti di gallinella o classica triglia
  • 1 confezione di "Ogni volta..." di parmigiano reggiano DOP mix di frutta secca ed essiccata e mirtilli rossi
  • 2 cucchiai di pan grattato
  • 1 cucchiaio di olio di oliva extravergine

Preparazione

  1. Puoi comprare la gallinella sia intera che già porzionata in filetti.
    Io ho optato per andare nel mio supermercato di fiducia e farmi pulire direttamente dal pescivendolo la gallinella, realizzando due bei filetti carnosi per ogni pesce. 
  2. Una volta che si ha il filetto di gallinella o triglia pronto, risciacqualo velocemente con acqua fredda e asciugalo con un po' di carta da cucina. Osserva se c'è ancora qualche spinetta o la lischetta centrale, che possono essere tolte vie aiutandosi con un coltello.
  3. A questo punto distendi i filetti, con la pelle rivolta verso il basso, su una pirofila da forno foderata di carta forno e salali e pepali leggermente.
  4. Munisciti di mixer elettrico ed inserisci al suo interno il contenuto di entrambi i reparti dello snack "Ogni volta..." di parmigiano reggiano DOP mix di frutta secca ed essiccata e mirtilli rossi. Ad esso aggiungi il pan grattato e l'olio. Frulla il tutto creando una sabbia di pan grattato, granulosa e profumatissima.
                                              
  5. Ricopri interamente i filetti di pesce con la tua panatura appena ottenuta e a questo punto inforna nel forno preriscaldato fino a 180º.
  6. La cottura è preferibile farla posizionando la teglia a metà del forno ed usare il programma ventilato per rendere la crosta ancora più croccante.
  7. Dopo 15 minuti i tuoi filetti di gallinella o triglia (la cottura è la stessa) in crosta saranno pronti per essere gustati caldi.

Se desideri realizzare la ricetta per tutta la famiglia ti basterà raddoppiare tutti i dosaggi degli ingredienti, mantenendo lo stesso tempo di cottura.
La gallinella e la triglia sono una delle tipologie di pesce più saporiti che io abbia mai mangiato. Hanno una carne compatta e ricca, con un gusto intenso di mare, per questo ho lesinato il sale e ho equilibrato la sapidità con la dose di parmigiano reggiano DOP Campirossi e ho abbinato la frutta secca che crea croccantezza. I mirtilli rossi sono dolci quanto basta per rendere rotondo il gusto di questa pietanza.

Leggi tutto...

25 nov 2016

Cos'è il black friday? Ecco cosa succede in questo venerdì nero


Il black friday, dall'America all'Italia

Oggi vi racconto cos'è il black friday, che può essere considerata un'ottima ricetta per comprare e risparmiare.
Ogni venerdì dopo il giorno del ringraziamento, in America e ormai non solo, l'intera giornata - dalla mezzanotte alla mezzanotte- viene dedicata totalmente allo shopping.
Il black friday, in italiano venerdì nero, è una giornata che fin dagli anni '80 indica l'inizio della frenesia dello shopping natalizio.
Il nome "nero" è ormai diventato leggenda. Il perché è dato dall'origine incerta.
La prima versione racconta che il nero richiama gli ingorghi del traffico che a Philadelphia comparirono nella varie strade della città per accorrere ai negozi, la seconda versione invece racconta che una volta i libri contabili dei negozionanti venivano compilati in rosso (per le perdite) e in nero (per le entrate), gli sconti permettevano di compilare esclusivamente con il nero.

Come Halloween questa ricorrenza è stata esportata in tutto il mondo dall'America; in Italia in questi giorni stiamo vedendo un sacco di negozi e catene che pubblicizzano il black friday, accompagnando il nome a percentuali di sconto più o meno convenienti.
Questa idea è stata adottata in Italia, già parecchi anni fa da Apple e da Amazon, che è già famoso per i suoi sconti. Nel tempo poi, molti altri grandi marchi hanno deciso di usare la stessa ricorrenza per incentivare gli acquisti.

Oggi Internet e TV sono pieni di pubblicità che ricordano questi sconti momentanei e vi dirò, io ne ho approfittato. Così facendo mi sono portato avanti con i regali di natale e mi sono tolto qualche sfizio, risparmiando qualcosa.

Ho acquistato quasi tutto da Amazon, perché è il negozio online che mi ha permesso di trovare gli sconti che mi servivano:

Io ho acquistato un robot da cucina della Kenwood molto buono, 750W per 1,2 litri di capacità, dotato di due vasi. Il primo per tritare grosse quantità di cibo, il secondo utilissimo per i lavori più di fino. Non vedo l'ora di preparami a casa lo zucchero a velo e il burro di noccioline.
Il prezzo era ottimo e non ho potuto non prenderlo anche perché, diciamocelo, la garanzia di Amazon è impeccabile! --> http://amzn.to/2gukq25




Poi ho acquistato un telefono coordles da regalare a mia zia per il suo ufficio, molto elegante e utile perché ha sia il vivavoce che il riconoscimento del numero che ti sta chiamando. Utilissimo anche a casa. --> http://amzn.to/2fMYgqJ



Infine sto pensando di acquistare il cofanetto dei DVD di Harry Potter che è in super sconto e sicuramente troverò qualche amico o nipote che sarà entusiasta di riceverlo per Natale.
 --> http://amzn.to/2goujwS



In definitiva vi dico che anche se è una ricorrenza commerciale abbiamo fatto bene ad acquisirla da noi. Un giorno in più di saldi non ha mai fatto male e anzi io credo che muoversi per tempo nel fare gli acquisti di Natale permetta di risparmiare ed evitare un sacco di stress proprio inutile.
Vi consiglio di farvi un giro nei vari negozi, online, soprattutto Amazon che non mi ha mai deluso ad oggi con gli svariati acquisti che ho fatto.
Vi ho lasciato i vari link a quello che ho comprato io così potrete leggere anche le recensioni degli utenti e vi lascio il link e l'immagine che vi rimanderà alla pagina degli sconti su Amazon.



Voi cosa pensat del black friday? Potevamo evitare di acquisire questa tradizione o vi piace avere la possibilità di avere qualche sconto per comprarsi quella cosa che da tanto desideravate ma che è stata sempre troppo cara?
Lo conoscevate già? Credete che gli sconti sono sempre relativi?
Fatemi sapere nei commenti la vostra opinione.

Leggi tutto...

Risotto al microonde, cremoso e mantecato


Risotto cremoso e 'al dente' sporcando solo una ciotola

Stamattina presto ho potuto lavorare da casa. Grosso vantaggio ma che ti sballa anche un po' gli orari.
Sapendo di dover raggiungere un obiettivo, mi sono immerso nello schermo del mio computer e ho riconnesso con il mondo quando erano le 13.50
Avevo fame ma non avevo voglia di cucinare (sì, anche i food blogger non hanno voglia di cucinare a volte) e quindi ho pensato ad una ricetta che mi soddisfacesse, evitando fatica e perdite di tempo.
Quando ero piccolo la mia famiglia era una grande fan dei risotti in busta, che io mangiavo anche con gusto finché non ho imparato a fare il risotto originale e quindi poi ho iniziato a snobbarli.
In realtà il concetto del risotto in busta è molto intelligente ma spesso si comprano prodotti scarsi di sapore e di qualità. Come per esempio quelli che si titolano "ai frutti di mare" e poi al loro interno trovi gamberetti che quelli che davo alla mia tartaruga erano astici in confronto.
Io ho sviluppato questa tecnica che ti da tutta la velocità del prodotto in busta ma la qualità degli ingredienti scelti da te. 
Per prepararlo ti basterà solo una ciotola di pirex (adatta per microonde insomma), un colino a maglie strette, una tazzina e il coperchio da microonde (quello che all'Ikea compri per meno di 2€)

LA RICETTA DI MARCO


Ingredienti per 2 persone

  • 2 tazzine di riso roma
  • 5 tazzine di acqua fredda
  • 1/2 dado (io uso quello biologico - me se tu sei contro allora puoi usare un cucchiaio di cipolla tritata)
  • 1 busta di zafferano 
  • 2 cucchiai di parmigiano 
  • 20gr di burro

Preparazione

  1. Metti la porzione di riso all'interno di un colino a maglie strette che la contenga e sciacqua il riso sotto acqua fredda corrente per 2 minuti, smuovendo di tanto in tanto per far drenare bene l'acqua. Questo passaggio è fondamentale per togliere l'amido in eccesso e velocizzare la cottura.
  2. Una volta lavato il riso ponilo in una ciotola abbastanza ampia ma che entri comodamente nel microonde. Aggiungi le 4 tazzine di acqua fredda, un pizzico di sale (pochissimo) e il dado il più possibile sbriciolato. Mescola bene e metti al microonde con il coperchio adatto.
  3. Cuoci il riso per 12 minuti. Conclusa questa prima fase di cottura apri il microonde, dai una mescolata al riso (facendo attenzione alla ciotola calda e ai suoi fumi) e a questo punto aggiungi il tuo condimento.
  4. Nel mio caso ho sciolto nell'acqua rimasta la busta di zafferano ma se vuoi puoi aggiungere quello che vuoi, ricordandoti che questo risotto nasce per la sua praticità e velocità.
    Quindi il mio consiglio sono ingredienti pronti, come per esempio tonno in scatola e piselli o carciofini sott'olio a pezzetti e tonno o melanzane grigliate e pancetta, diciamo tutte realtà già cotte o comunque preparate, utili a non dover sporcare niente altro.
  5. Dopo le aggiunte del caso ricopri la ciotola del riso e cuoci per altri 4 minuti.
  6. Il tuo risotto è quasi pronto, preleva con cautela dal microonde la ciotola aggiungi il parmigiano e il burro copri nuovamente per un minuto e passato questo tempo con l'aiuto di un cucchiaio da riso o una frusta gira energicamente il tutto per un altro minuto.
    Vedrai legare il tuo risotto che inizierà a sprigionare il suo aroma tipico.
  7. Servilo ancora caldo e profumato.
Come hai visto, ci vorrà veramente poco per realizzare questo piatto ed eviterai di comprare prodotti liofilizzati, utilizzando invece quelli freschi che più preferisci.
Se desideri fare questa preparazione per 4, ti basterà raddoppiare i tempi e le dosi, seguendo la stessa procedura.
Il mio consiglio però rimane quello di preparare sempre il risotto alla vecchia maniera, soprattutto se si ha tempo e se si è in tanti.
Ti lascio una mia ricetta di un tipico risotto delle mie parti, il Piemonte. 
Nel caso volessi prepararli tutti e due e giocare con i tuoi amici a fargli capire quello fatto in padella e quello fatto a microonde =)

Leggi tutto...

20 nov 2016

SD Wi-Fi: aggiungere il Wi-Fi alla tua compatta digitale o reflex.

Foto da amazon.it

Dotare di Wi-Fi una macchina fotografica digitale nata senza

Oggi un post un po' diverso dal consueto. 
Non una ricetta ma un articolo che entra di diritto nella sezione del blog "I consigli di Marco".

Voglio parlarti di un prodotto che ha risolto uno dei problemi principali di noi blogger e non solo: trasferire velocemente le foto dalla nostra compatta o reflex al nostro smartphone.
Inutile negare che ormai chi più chi meno, ci siamo molto affezionati ai social network.
C'è chi li usa come svago, chi per passione e chi, come me, anche per lavoro.

Anche se ogni anno esce fuori un nuovo smartphone, sempre più potente e con sensori fotografici sempre più performanti, continuare a fare foto con una reflex o con una macchina fotografica compatta permette di ottenere dei risultati decisamente migliori.
Ma come facciamo a pubblicare i nostri scatti sui social se siamo in giro e la foto è dentro la nostra macchina fotografica?
Semplice con la SD Wi-Fi!
Io uso sia per il blog sia per il mio quotidiano la Toshiba FlashAir w-03.
Questa SD mi ha risolto il problema di aspettare di arrivare a casa e scaricare la foto nel PC e mi ha aiutato molto nel lavoro di pubblicazione sul profilo Instagram del blog delle foto di anteprima delle mie ricette.
È molto facile da utilizzare, si tratta di una scheda SD standard compatibile con quasi tutte le digitali sul mercato, che permette di implementare la funzione di trasferimento immagini tramite Wi-Fi, anche su quelle digitali che nativamente non posseggono questa funzione.
Ti basterà inserire la scheda nell'apposito alloggiamento della digitale, scaricare l'app sul tuo dispositivo iOS o Android (informatevi sul vostro sistema operativo se è compatibile ma con i telefoni medio/nuovi dovrebbe funzionare senza problemi) e settare velocemente la linea Wi-Fi dedicata tra lo smartphone e la scheda SD.
A questo punto, una volta che scatterai con la vostra digitale ti basterà connetterti a tale Wi-Fi e visualizzare le tue foto direttamente da smartphone (la digitale dovrà essere accesa per far funzionare il collegamento e questo porta a consumare più batteria del solito, ma io non ho trovato il dispendio energetico così esoso) per poi scegliere quale scaricare nella galleria e quindi pubblicare sui social o inviare via mail o WhatsApp.

La mia esperienza

Io sono molto contento di averla comprata (in realtà me l'ha regalata la mia fidanzata). 
Io ho la versione da 16 gb che va benissimo per l'utilizzo che ne faccio, ma ci sono i diversi tagli da 8 gb e 32 gb.
Il mio consiglio, soprattutto se si possiede una reflex, è quella di usarla come scheda secondaria; diciamo scheda da domenica o da gita fuori porta, dove si ha piacere di fare pochi scatti, subito da condividere. 
Non ho riscontrato problemi a trasferire brevi filmati e le varie foto scattate in jpeg, mentre non mi sembra che possa trasferire facilmente il formato RAW (anche perché il mio cellulare non supporta tale formato e soprattutto è un tipo di file che ha bisogno di una trasformazione grafica, quindi scarico sul PC alla vecchia maniera). Per questo la consiglio come scheda per le foto social/veloci/jpeg.
In conclusione consiglio questa scheda, che nei vari formati non costa nemmeno molto!
Se uno si trova bene con la propria macchina digitale, che però non è dotata di Wi-Fi (e non si ha intenzione di cambiarla solo per questo motivo), diventa la soluzione perfetta per avere un piccolo upgrade e il meglio dei due mondi.

L'acquisto l'abbiamo fatto su Amazon, che per spedizione e garanzia è il mio e-commerce preferito.
Vi lascio i link al prodotto e alle sue varie versioni:
  • Toshiba FlashAir Wi-Fi 8 gb --> http://amzn.to/2gawXIa
  • Toshiba FlashAir Wi-Fi 16 gb --> http://amzn.to/2gaAoid
  • Toshiba FlashAir Wi-Fi 32 gb --> http://amzn.to/2gsAaoT

In più essendo spedito e venduto da Amazon non ho pagato le spese di spedizione avendo prime.
Prime è l'abbonamento di amazon che ti permette di non pagare spese di spedizione per i suoi prodotti e avere anche sconti e promozioni esclusivi. 
Si può provare gratis il servizio per 30 giorni con diritto di disdetta --> Prova Amazon Prime

Io utilizzo la SD Wi-Fi Toshiba nella mia Panasonic FZ-200, la bridge che uso per scattare quasi tutte le foto del blog e che scatta sia in jpeg sia in raw. Un bridge compatta, molto economica per quello che offre permette di fare bellissime foto grazie al suo obiettivo molto luminoso e mantiene tale luminosità per tutto il suo zoom disponibile, caratteristica che pochissime digitali hanno.
La FZ-200 non è dotata di Wi-Fi, ma con questa scheda ho avuto la possibilità di implementarglielo e di risparmiare parecchi soldi, evitando di comprare il modello più avanzato.

Spero che questo mio articolo ti sia piaciuto e se vuoi altri articoli di recensioni dei prodotti che utilizzo per il blog fammelo sapere nei commenti =)

Leggi tutto...

17 nov 2016

Porridge di avena pronto in 4 minuti al microonde

Pappa di avena, una colazione proteica e sana


Premetto, questa sarà una ricetta superveloce.
Non avrà fronzoli o grosse presentazioni di sorta, il testo rispecchierà la semplicità del piatto che vi sto andando a presentare.
Il porridge è la colazione preferita dagli inglesi, una pappa di avena cremosa e dal sapore neutro che accoglie ogni sorta di condimento. 
L'avena è uno dei cereali migliori che ci può dare la natura; è proteico, sano, ricco di sali minerali e ferro, ha un sacco di fibre ed ha un gusto neutro.

Il porridge originale è una pappa che si crea facendo sobbollire l'avena nel latte anche per 20 minuti. Non so voi ma io la mattina è già grazie che attendo i 4 minuti di infusione del mio the, sicuramente non mi metto a bollire per mezz'ora dei fiocchi d'avena.
Io ho trovato la mia soluzione, ve la racconto così poi potrete farmi sapere se vi piacerà.
Sappiate che da quando uso questo metodo è già una settimana che ho cambiato il mio stile di colazione e sono parecchio contento perché il porridge nutre molto e mi basta poi un frutto a metà mattinata per arrivare senza crampi fino al pranzo.

LA RICETTA DI MARCO


Ingredienti per una porzione

  • una tazzina di fiocchi di avena
  • una tazzina di acqua
  • una tazzina di latte (se lo vuoi ancora più sano usa un buon latte vegetale)
  • frutta secca o fresca a piacere
  • un cucchiaio di miele

Preparazione

  1. In una ciotola grandicella (anche se fate una porzione assicuratevi che la ciotola si abbastanza grande perché il latte tende a crescere) adatta al microonde versa la quantità di avena e quella di acqua e metti al microonde al massimo della potenza per 2 minuti e 30 secondi.
  2. Quando l'avena avrà finito di cuocere l'acqua dovrebbe essere evaporata quasi tutta, a questo punto aggiungi il latte e dai una bella mescolata per amalgamare il liquido ai fiocchi.
  3. Rimetti a microonde per 1 minuto e 30 secondi, osservando che il latte non cresca troppo, rischiando che fuoriesca.
  4. Finita la cottura mescola e fai riposare per un minuto, a questo punto potrai condire il tuo porridge con il miele e la frutta che preferisci.
    Io opto spesso per quella secca, più croccante e proteica, ma vanno bene anche i frutti di bosco, pere, mele o banane. A me piace molto con i pistacchi perché adoro il contrasto salato del pistacchio con quello dolce del miele.

Leggi tutto...