08 apr 2016

Sgombro in insalata

Un pesce economico ma ricco di nutrienti



Lo sgombro è un pesce molto economico e fa parte della famiglia del pesce azzurro. Questa tipologia di pesce è famosa per essere ricca di grassi buoni, i famosi Omega 3, acidi grassi essenziali rinomati per essere alleati contro i problemi cardiaci e per mantenerci in forma.
Molti conosceranno lo sgombro ma in versione sott'olio, perché è uno degli alimenti animali in scatola più consumati, insieme al suo cugino tonno. 
Io ho capito che comprarlo fresco fa guadagnare molto, sia per risparmio economico sia per proprietà e gusto, che vengono conservati grazie ad una cottura casalinga.
La mia ricetta è molto semplice, molto primaverile e utilissima per realizzare un antipasto al volo oppure un ottimo pranzo da portarsi in ufficio.

LA RICETTA DI MARCO


Ingredienti  per 4 persone

  • 1 kg di sgombro fresco
  • 4 patate medie
  • 2 zucchine
  • 15 pomodorini ciliegini
  • 1 cipollotto 
  • olive nere e prezzemolo QB
  • olio EVO, sale e pepe QB

Preparazione

  1. Inizia mettendo a bollire abbondante acqua in un ampia e larga pentola.
    Appena bolle salala e immergi gli sgombri che avrai fatto pulire ed eviscerare dal pescivendolo. Basteranno 15 minuti di cottura per averlo pronto.
  2. Preleva il pesce dall'acqua e mantieni la pentola sul fuoco. Avendo già l'acqua saporita che bolle potrai inserirci le patate per lessarle. Ci vorranno 20 minuti ma vale sempre la regola della forchetta (dopo 20 minuti infilala per vedere se il cuore della patata è morbido).
  3. Mentre le patate cuociono munisciti di un'insalatiera, un piatto ed una forchetta. La pulizia del sgombro è molto semplice poiché si pulisce come un orata o un branzino, ma avendo la carne più compatta e la lisca centrale più robusta i filetti potranno essere prelevati con precisione. Una volta realizzati i filetti puliti, aiutati con il dorso della forchetta per eliminare la pelle diventata morbida.
  4. Procedi inserendo il pesce nell'insalatiera e aggiungici le olive, i pomodorini divisi in 4 parti, il prezzemolo e il cipollotto tritati.
  5. A questo punto le patate saranno cotte, scolale e falle raffreddare un po'. Sfrutta il tempo per tagliare per lungo le zucchine a strisce (ottimo se lo fai con la mandolina) che avrai lavato e spuntato. Ora scalda una griglia e cuocile.
  6. Pela le patate ormai tiepide e tagliale a cubetti. Uniscile agli altri ingredienti nell'insalatiera e tagliuzzaci dentro anche le zucchine grigliate.
  7. Puoi condire con olio sale e pepe a gusto personale e servire l'insalata di sgomrbo tiepida o fredda.
È un'insalata veramente salutare e buonissima. Io ho scelto queste verdure ma si possono aggiungere quelle che più piacciono, come peperoni o melanzane grigliate.
Il mio consiglio è quello di associare però sempre lo sgombro alla dolcezza della patata perché equilibra molto il piatto essendo lo sgombro un gusto molto intenso.
Nella ricetta ho indicato il classico metodo di cottura della patata bollita ma ho trovato uno strumento utile per poter realizzare questa cottura al microonde così si risparmia molto tempo e non si sporca quasi nulla. Veramente furbo ed ingegnoso.
Praticamente è una borsa, apposta per microonde, che cuoce in pochissimo tempo le patate come se fossero lesse.
Se vi piacciono anche a voi questo strumenti particolari e simpatici che ci aiutano in cucina, leggete questo mio articolo sugli oggetti bizzarri di cucina da collezionare.




Leggi tutto...

15 mar 2016

Pesto di avocado

Ho poco tempo, ma non rinuncio a mangiare bene




Eccomi tornato dopo tanta, troppa attesa. 
La colpa però non è mia ma delle giornate. Perché sono solo di 24 ore?

In questo periodo sto seguendo una miriade di progetti, tutti con scadenze molto serrate e questo mi fa serrare anche un po' la mia mente. Sì, perché la mia creatività la sto dilazionando un po' di qua e di là e per me poi ne rimane ben poca.
Devo essere sincero però, di questa mia situazione non posso che esserne felice. I tanti sforzi che ho fatto stanno fruttando e spero che vengano apprezzati, perché la voglia di farcela è molta e l'impegno altrettanto.
Non mi sono dimenticato però del mio amato blog, colui che mi ha aiutato a comprendere questo mondo e che mi aiuta anche a mettere spesso e volentieri le idee in ordine.
Ci sono anche dei progetti per lui infatti...! Ho fatto acquisti di attrezzatura (che se poi vi farà piacere vi mostrerò o recensirò), ho concluso un corso di fotografia e mi sto applicando il più possibile con la mia nuova e venerata digitale e ho anche messo in cantiere un paio di ricette nuove e sfiziose (e magari poi troverò anche il tempo di prepararle e fotografarle).
Come vedete, le mie giornate sono abbastanza piene e mi va bene così, l'importante per me è comunque trovare sempre il tempo per mettere le gambe sotto ad un tavolo =)

Oggi vi parlo di come sfruttare un frutto - che in Italia si usa prevalentemente come se fosse una verdura - che non solo ha un sacco di proprietà a proteine ma è anche buonissimo e versatile, l'avocado.





LA RICETTA DI MARCO 


Ingredienti per 4 persone



  • 1 avocado medio maturo (toccandolo deve risultare morbido, già dalla buccia)
  • 15 pomodorini ciliegia
  • prezzemolo, sale e pepe nero QB
  • 1 cipollotto
  • mandorle
  • olio extra vergine di oliva
  • zenzero o buccia di limone

Preparazione


Questo che vi propongo è un sugo, e le dosi sono per condire 350 gr di pasta corta. Potete anche prepararlo e usarne solo metà porzione, l'altra metà durerà anche un paio di mesi se congelata.
  1. Sbuccia l'avocado e privalo del nocciolo centrale.
  2. In una ciotola taglialo a pezzettini e schiaccialo con una forchetta fino a creare un purè, ottimo anche se rimarranno dei grumi.
  3. Lava e poi tagli i pomodorini in 4 e uniscili all'avocado.
  4. Trita finemente il cipollotto fresco e inseriscilo negli altri ingredienti per poi condire a piacere con sale, pepe e prezzemolo anch'esso tritato fine.
                                       
  5. Assaggia il composto e a gusto smorza la corposità del suo sapore con l'acidità di poco zenzero grattugiato o metà scorza di limone (questo ingrediente aiuterà anche a combattere un pochino l'ossidazione dell'avocado e quindi conservandone le proprietà).
  6. Aggiungi almeno una tazzina di olio EVO e mescola.
                                               
  7. Cuoci la pasta e quando sarà cotta conserva, prima di scolarla, un bicchiere di acqua di cottura. Essa dovrai aggiungerla al pesto di avocado per renderlo pannoso e voluttuoso.
  8. Non ti resta che tuffarci dentro la tua pasta preferita e amalgamare il tutto per almeno 2 minuti.
    Tutti i gusti e i profumi degli ingredienti freschi inizieranno a sposarsi e a sollevare un profumo di primavera, l'acqua di cottura farà legare il sugo alla pasta creando una cremosità speciale.

Leggi tutto...

27 feb 2016

Cous Cous di cavolfiore e burrata

Come preparare il cavolo in 15 minuti




L'altro giorno avevo un cavolfiore in frigo e non sapevo proprio cosa farne. Per giunta era lì già da 3 o 4 giorni e a me non piace troppo tenere le verdure a vegetare in frigo perché perdono molti dei loro nutrienti.
Girovagando un po' nel web ho visto che molti proponevano di frullarlo per utilizzarlo in diversi modi, così ho deciso di frullarlo pure io.
Mettendolo in un mixer bello grande e abbastanza potente, ovviamente privato del gambo coriaceo e delle foglie verdi, ho notato che diventava molto bricioloso (passatemi il termine, ma tanto siamo nella settimana degli aggettivi strani -vedesi petaloso-) e la sua nuova forma poteva essere tranquillamente essere scambiata per un cous cous di grano.
Così mi è venuta l'ispirazione...

LA RICETTA DI MARCO

Ingredienti per 4 persone

  • 1 cavolfiore di circa 1,2 kg
  • 1 cipolla bianca media
  • 50 gr di piselli
  • 200 gr di burrata (stracciatella)
  • 1 carota grattugiata
  • curcuma QB
  • zenzero o limone QB

Preparazione

  1. Taglia le foglie verdi e il gambo coriaceo del cavolfiore e lavalo sotto acqua fresca.
    Taglialo a pezzi, inseriscilo nel mixer e frullalo per un paio di minuti insieme alla cipolla finché si trita omogeneamente e si trasforma in una sorta di cous cous.
  2. In un'ampia padella rosola la cipolla e il cavolo tritata in un paio di giri d'olio d'oliva.
  3. Fai rosolare il tutto 5 minuti e poi aggiungi i piselli.
  4. Rosola ancora per ulteriori 5 minuti e potrai condire il tutto con sale, pepe e una punta di cucchiaino di curcuma. Dopo una vigorosa girata sfuma con una tazzina di acqua. Ora puoi coprire.
  5. A fuoco basso fai stufare per 10 minuti, girando di tanto in tanto.

                                
  6. Il cous cous di cavolfiore è pronto ed avrà un bellissimo colore dorato come quello di grano.
  7. Prima di servire aggiungi la carota grattugiata privata della buccia, a gusto dello zenzero o scorza di limone grattugiato ed infine aggiungi sopra ad ogni piatto un abbondante cucchiaio di stracciatella di burrata.
Leggi tutto...