Burrobirra, sentirsi Harry Potter per un giorno


Burrobirra, bere come il maghetto Harry Potter


Io sono cresciuto con i libri di Harry Potter e ho sempre trovato geniale il modo di scrivere dell'autrice J.K.Rowling. Ho letto tutti e 7 i libri, ho visto tutti gli 8 film e colleziono le copie di entrambi. Sono assolutamente un fan della saga ambientata ad Hogwarts.
Proprio perché sono cresciuto con i libri, ho vissuto le varie fasi della crescita insieme al quella del maghetto più famoso del mondo e quando nel terzo libro Harry, insieme ad Hermione e Ron andarono ai "Tre Manici di Scopa" per gustarsi una Burrobirra, mi immaginai una buonissima e cremosa bibita che appaga sia la sete che il gusto e ho iniziato a desiderarla.
Con Internet ho scoperto che è una bibita che realmente esiste e vi è anche una ricetta originale approvata dall'autrice della saga.
La mia versione è molto simile all'originale, ho solo cambiato delle proporzioni e omesso l'alcol (per poterla far bere anche ai più piccoli) e l'aceto, dato che non mi ispirava molto nell'insieme.
Non vi resta che provarla e immergervi nelle atmosfere magiche del mondo di Harry Potter. Io la preparerò per i miei ospiti il giorno di Halloween per creare subito l'ambientazione giusta per i fan come me e magari sorseggiarla mentre si parlerà dell'imminente uscita del nuovo film tratto dal libro "Animali fanstastici e dove trovarli" proprio di J.K Rowling o del nuovissimo libro del testo teatrale "Harry Potter e la maledizione dell'erede", seguito della saga di Harry Potter.

LA RICETTA DI MARCO


Ingredienti per 2 boccali da 150 ml

  • 100 gr di zucchero
  • 20 ml di acqua
  • 30 gr di burro
  • 100 ml di latte
  • 200 ml di gassosa freddissima
  • panna spray QB
  • un pizzico di sale

Preparazione

  1. Inizia dalla base della bevanda, una sorta di salsa mou: in un pentolino di medie dimensioni con i bordi alti versare lo zucchero e i 20 ml di acqua, mischia con un cucchiaio per sciogliere un po' lo zucchero e a questo punto accendi sotto la pentola il fuoco (quello piccolo).
  2. Ora dovrai aspettare che, bollendo, il colore dello zucchero diventi bruno. Ma teniamolo non troppo scuro, diciamo ambrato. Per realizzarlo al meglio dovrai evitare di girarlo e per farlo colorire omogeneamente dovrai, con molta attenzione, oscillare il caramello agitando un pochino la pentola.
  3. Appena raggiunto il colore del caramello medio spegni il fuoco e butta dentro il caramello il burro fatto a pezzetti. Il caramello ora si agiterà, cerca di girarlo con un cucchiaio facendo molta attenzione a non schizzarti. 
  4. Quando avrà finito di agitarsi puoi aggiungere il latte e mescolare cosicché i vari grumi si sciolgano. Non ti resta che rimettere sul fuoco, aggiungere il pizzico di sale e far bollire il tutto per 2 minuti.
  5. Non ti preoccupare se il composto appena realizzato tenderà a separarsi, c'è il trucco. Essendo che abbiamo usato il latte invece che la panna, per tenere la base della burrobirra meno grassa, il mou tenderà a dividersi. Ti basta farlo raffreddare 5 minuti e poi metterlo nel bicchiere del mixer ad immersione e frullare il tutto per un paio di minuti. Otterrai così l'emulsione voluta e quindi la nostra crema mou.
  6. Hai quasi finito. Prendi i tuoi boccali preferiti, dividi il composto di mou tra i due boccali e riempi a metà il boccale di gassosa. Mescola con un cucchiaino per amalgamare la crema al caramello e la gassosa e poi finisci di riempire il boccale con la gassosa.
  7. La reazione della crema con l'acqua gasata creerà una ricca schiuma che simulerà perfettamente la schiuma della birra originale.

-Vai alla seconda pagina della ricetta per scoprire nuovi consigli e trucchi su questa ricetta! -




Nessun commento:

Posta un commento