Tips&Tricks in cucina: mantecare la pasta per averla cremosa



Condividi su

I Tips&Tricks sono solitamente consigli e suggerimenti che in informatica servono per utilizzare al meglio un programma; in un'era digitale come quella che stiamo vivendo, mi sono chiesto: perché non creare una raccolta di Tips&Tricks sulla cucina? Così da avere una esperienza tra i fornelli 2.0
Questo è l’intento di questa mini rubrica, anzi chiamiamola “raccolta di consigli veloci” per facilitare almeno un pochino la nostra vita tra i fornelli!



Tips&Tricks del giorno: 
La cremina della pasta


Oggi vi parlerò della mantecatura della pasta
La parola mantecare vuol dire "lavorare sostanze grasse" e in gastronomia effettivamente si ritroviamo questo concetto, basti pensare al risotto che viene abitualmente mantecato con il burro.
Nella quotidianità dei pasti, però, non si può optare per addizionare sempre una quota grassa ai nostri piatti, perché si rischierebbe di rovinare una dieta equilibrata. 
Come ovviare allora a questa problema? Pasta super condita o pasta asciutta anni '90?
Io scelgo sempre un buon piatto di pasta condito con la giusta quantità di sugo e mantecata bene! 
Se con il sugo di pomodoro si vince facile a livello di avvolgenza, con altri tipi di condimenti è nettamente più difficile. 
Se preparate un sugo di verdure o anche con il pesto capita, si tenderà a caricare il piatto di eccessivo olio per legare la pasta al condimento. 
In realtà questa scelta è  totalmente sbagliata. Sia perché si rovina l'equilibrio del piatto sia perché non fa bene mangiare grasso.
Allora come si ottiene la famosa cremosità senza eccessi?
Io uso un alleato FONDAMENTALE in cucina. L'acqua calda salata.
A volte si sottovaluta il potere di uno degli ingredienti più semplici e al tempo stesso utili della nostra cucina.
Quando faccio cuocere la pasta, intorno alla metà cottura, prelevo sempre una ciotola di acqua calda e la metto da parte.
Una volta scolata la pasta, la condisco e la faccio saltare in padella. Qui parte il trucchetto: la pasta deve saltare a fuoco vivace e va aggiunto sempre un mestolo di acqua (anche di più se la quantità è molta).
Niente olio, niente burro e assolutamente niente farina...
La vera mantecatura si svolge negli ultimi minuti di cottura in padella con l'aiuto dell'acqua.
Per effettuare questa operazione ricordati di scolare la pasta qualche minuto prima della cottura. Tendenzialmente poi ti converrà lasciare sempre il risultato un pochino liquido perché la pasta tende ad asciugare acqua anche tolta dal fuoco. Se si lascia il condimento un po' lento, quando verrà portata a tavola e rimescolata nel piatto si avrà sempre una pasta cremosa al punto giusto.
Se poi hai dei sughi molto semplici, a base di verdure o pomodoro fresco o di carne puoi alternare in mantecatura, l'aggiunta di acqua con una cucchiaiata o due di parmigiano. Questo abbinamento daranno una lucentezza e una morbidezza alla vostra pasta incredibile.
Ricordati, mantecare la pasta e avere sempre un primo piatto cremoso è un'arte e va affinata. L'ottimo sta nell'equilibrio, conosci il quantitativo di pasta e la tipologia di sugo e pian piano capirai quanta acqua aggiungere e a che livello di fluidità lasciarlo per avere un risultato a tavola perfetto.

Nessun commento:

Posta un commento